Cessione del quinto con pignoramento preesistente

La legge 180/1950 regola, all'art. 68, la determinazione della quota cedibile in presenza di altri pignoramenti successivi alla cessione del quinto

La quota cedibile deve essere calcolata alla luce di altri pignoramenti presenti sulla busta paga o cedolino pensione del cedente.
In questo articolo si individua il criterio di calcolo laddove il pignoramento sia antecedente alla cessione del quinto.
La materia è regolata dall'art. 68 della legge 180/1950, la quale prevede che, qualora la cessione del quinto intervenga dopo un pignoramento, i limiti debbano essere calcolati secondo la seguente operazione:


Un esempio pratico:

Un secondo esempio, sempre con un pignoramento intervenuto prima della cessione del quinto, ma la cui entità maggiore rispetto rispetto al primo esempio:
-----
Domanda posta il 17-03-2014
Dal 1990 ho una trattenuta sulla pensione (259,71 alimenti figli) all'epoca minorenni , oggi 35 e 32 anni.
Da otto anni cerco di ottenere la quota cedibile per un prestito, prima Inpdap , oggi Inps Napoli mi nega questo beneficio, asserendo che non c'è disponibilità , mentre mi risulta che Perugia in presenza di impegni dl genere o pignoramenti , rilascia liberatoria.
Ma come si fa , se La mia pensione mensile scalando trattenuta è di 960 euro?
Grazie
risposta:
Gentile Utente,
in base all'art. 68 del DPR 180/1950 Lei dovrebbe poter accedere ad una cessione con quota cedibile pari a circa 228 euro.

Il calcolo per la determinazione di tale quota è il seguente:

- la Sua pensione complessiva (netto + ritenuta per alimenti) ci dice essere pari a 1220 euro circa

- i due quinti (limite massimo di pignoramento complessivo nella Sua condizione) di tale pensione ammontano a 488 euro

- la quota rimanente, dopo la sottrazione della quota già pignorata dai due quinti di cui sopra, è pari appunto a 228 euro.

Francamente non capiamo:
- il perché del diniego al rilascio della quota dall' Inps di Napoli
- la difformità di comportamento tra la sede di Napoli e quella di Perugia
Sfortunatamente è l'INPS che deve chiarire il perché di questa situazione. Può provare a consultare l' Arbitro Bancario Finanziario per vedere se sono presenti decisioni inerenti la materia o tentare un ricorso.
Cordialità. La redazione
-----
Domanda posta il 18-03-2013
sono un pensionato inpdap di 65anni percepisco una pensione netta di 1305 euro, pago una cessione di 261 euro,ho subito un pignoramento del quinto di 267 euro da parte di una finanziaria,percepisco al momento 777 euro da cui l'affitto di 500 euro.mi rimangono solo 277 euro per vivere. posso fare qualcosa per ridurre il prelievo del quinto pignorato? mia moglie non percepisce alcuna pensione,ho una figlia di 40 anni facente parte del mio nucleo familiare che lavora saltuariamente.che fare?? grazie.
risposta:
Gentile Utente,
non sappiamo aiutarla.
I due pignoramenti sono stati fatti entro i termini legali, consentendo un residuo superiore a metà della retribuzione.
Non vediamo margine di manovra; una possibilità, tutta da verificare, è tentare un rinnovo della cessione del quinto con una rata inferiore, allungando la durata del contratto di prestito.
E' una operazione che però ha dei costi molto elevati (si devono sostenere nuovamente i costi assicurativi e di istruttoria) che, spesso, la rendono antieconomica.
Cordialità.
La redazione
-----
Domanda posta il 27-02-2013
sono pensionato inpdap ho una cessione 1/5 da 4 anni,e'intervenuto un pignoramento 1/5 ;volevo rinnovare la cessione, ma il funzionario inpdap che doveva rilasciare la quota cedibile ha detto che la mia e' uguale a zero. ???sapete dirmi se e' vero? o viceversa a quale legge fare riferimento .grazie
risposta:
Gentile Utente,
il funzionario, probabilmente, intende dire che, in presenza di un secondo quinto pignorato, non viene più rilasciata la quota cedibile rendendo quindi impossibile l'operazione di rinnovo.
Cordialità.
La redazione
-----
Domanda posta il 13-02-2013
ho un pignoramento sulla busta paga,con altri in corso,oltre ad altre trattenute, con questa situzione si può chiedere il rinnovo di una delega già in corso?
risposta:
Gentile Utente,
la quota può essere sempre richiesta, sta all'amministrazione decidere se rilasciarla o meno, e non tutte le amministrazioni si comportano in modo uguale.Indubbiamente, vista la Sua condizione (cessione + delega + altri pignoramenti) ci sembra quasi impossibile che le rilascino la quota per fare un rinnovo.
Cordialità.
La redazione
-----
Domanda posta il 13-02-2013
Buongiorno, sono un giovane pensionato ex inpdap, ho una pensione di 1139,00 euro netti ed ho una cessione in corso da ottobre 2007, con una rata da 147,00euro. il mese di dicembre ho chiesto all'inpdap la quota cedibile che mi e' stata rilasciata di euro 219,00.Succesivamente e cioe' dal mese di febbraio mi e' stato fatto un pignoramento di euro 227,00.La domanda e' se posso proseguire il rinnovo con il benestare avendo la quota cedibile in mano??grazie
risposta:
Gentile Utente,
laddove richiedesse ora il rinnovo della cessione Le sarebbe richiesto il certificato recante la quota cedibile aggiornato ad oggi, non ritenendo comunque affidabile il documento di dicembre 2012.
Di conseguenza La sua quota cedibile, in base ai calcoli presenti in questa stessa pagina, rimane di circa 180 euro, cioè già meno di quanto sta pagando ora. Cordialità.
La redazione
-----
Domanda posta il 20-09-2012
Buongiorno , sono un pensionato indap, per favore vorrei porre la seguente domanda: Ho già in corso una cessione del quinto che posso rinnovare.Un mese fà è sopraggiunto un pignoramento per crediti alimentari. Posso rinnovare la cessione del quinto preesistente, o meglio la banca che mi concederebbe il prestito chiuderebbe la posizione del quinto rinnovando il prestito con la stessa quota di pagamento rata. grazie se mi rispondete cordiali saluti gianbruno
risposta:
Gentile Utente,
in caso di rinnovo la nuova quota cedibile deve essere calcolata alla luce del pignoramento per alimenti.
Può leggere in merito:
Quinto cedibile e pignoramenti sulla busta paga.
Grazie.
La redazione
-----
Domanda posta il 28-05-2012
buonasera prendo 480 euro di pensione. posso richiedere la quota cedibile.
risposta:
Gentile Utente,
la cessione del quinto della pensione è possibile solo laddove la quota residua sia pari o superiore alla cosiddetta pensione sociale, il cui importo è analogo alla Sua.
Di conseguenza, purtroppo, non è possibile detrarre alcuna quota e, quindi, la cessione non è fattibile.
Cordialità.
La redazione
-----
Domanda posta il 22-03-2012
La mia premura è la seguente: avendo un pignoramento in corso ed uno in coda con una delega di pagamento sospesa per permettere appunto ingresso in busta paga a detti pignoramenti...è possibile rinnovare una cessione del quinto decennale quando questa ha raggiunto i 4 anni(40%)? Oppure a causa di queste problematiche indicate la direzione per cui presto servizio potrebbe opporsi grazie infinite saluti
risposta:
Gentile Utente,
il rinnovo non è consentito nella Sua situazione.
Cordialmente.
La redazione
-----
Domanda posta il 17-02-2012
Volevo gentilmente porvi il seguente quesito
Sono un dipendende pubblico con 22 anni di servizio
Descrivo la posizione debitoria attuale: Ho una cessione del quinto decennale in corso accesa a settembre 2008, una delega di pagamento decennale accesa sempre nel 2008 ad aprile di 380 ma attualmente sospesa per ingresso pignoramento di 282 mensili che terminerà a marzo 2014 ma purtroppo in coda c'è un altro pignoramento.....
Quindi a causa di questa eccessiva esposizione debitoria chiedevo se era possibile almeno il rinnovo della cessione del quinto e ricavarne della liquidità....
Aspetto vostre notizie e porgo
distinti saluti
risposta:
Gentile Utente,
a settembra 2012 saranno decorsi i due quinti della durata del piano di rimborso della Sua cessione del quinto decennale. Sarà quindi possibile procedere ad un rinnovo.
Dovrà quindi trovare una finanziaria disposta a farLe il rinnovo. In quel momento valuti attentamente i costi dell'intera operazione per vedere se ha una effettiva convenienza ad operare in tal senso.
Grazie.
La redazione
-----
Domanda posta il 18-09-2011
Come è possibile determinare la provvigione che l'Intermediario applica in una Cessione del V°?
risposta:
Gentile Utente, la provvigione deve, per legge, essere indicata sul contratto.
Prima di firmare quest'ultimo il cedente (ossia il debitore) deve poter prendere atto di tutti i costi che concorrono alla definizione del montante lordo, quali, ad esempio, i costi assicurativi e, come detto, la provvigione dell'intermediario.
Grazie.
La redazione
-----
Domanda posta il 04-07-2011
ho una pensione netta di 1900,00 euro mensili tredicesima.
Nel gennaio 2007 ho contratto una cessione del 5 per 30.000,00 euro con rata mensile di 360 scadente gennaio 2017. Successivamente ho subito un ulteriore pignoramento del 5 con rata di 294 euro mensili.
Alla scdenza del 4° anno della cessione ho fatto nuovamente richiesta di cessione con la stessa banca e l'inpdap non mi ha concesso la quota cedibile poichè ritiene a suo dire che deve salvaguardare il trattamento minimo del pensionato.
Dopo aver letto tutti gli art. di legge e chiesto quesiti all'inpdap di Roma e per ultimo il vostro su questa pagina, ritengo che io sia nel giusto e che l'inpdap debba concedermi la nuova cessione poichè va anche ad estinguere la vecchia.
Per tanto, gradirei una risposta precisa prima di fare intervenire il mio avvocato.
Grazie
risposta:
Gentile Utente,
francamente non si capisce cosa intenda l'Inpdap per "salvaguardare il trattamento minimo del pensionato", laddove, come Lei stesso afferma, la nuova cessione estingua la precedente.
Anche a noi sembra che Lei sia nel giusto.
Grazie
La redazione
Calcolo quota cedibile
Importo netto busta paga / cedolino pensione
Importo altri pignoramenti:
Status:
Quota cedibile: 0 euro
Domande alla redazione
Qualcosa non ti è chiaro su quanto scritto in questa pagina? Vuoi approfondire qualche aspetto dell'argomento?
Invia la tua domanda!